Gran parte del processo di personal branding si basa sul parlare con gli altri, presentare nuove idee al pubblico digitale e di persona e stabilire nuove connessioni. 

Per una persona dal carattere introverso, questi compiti possono sembrare grandi ostacoli sulla strada per il successo. Ma ci sono modi per gli introversi di far conoscere i loro nomi e creare relazioni forti all’interno della loro rete.

Che si tratti di diventare più attivi su LinkedIn o di pubblicare articoli, per esempio, su un blog, queste persone hanno molte opportunità di essere coinvolti nella comunità imprenditoriale mantenendo comunque i propri spazi di solitudine.

Recentemente la rivista Forbes ha pubblicato un articolo di Yec dove 13 membri del Young Entrepreneur Council hanno condiviso le loro chiavi per il successo del marchio personale.

Mi è sembrato interessante riportarle in questo mio articolo, così da aiutare qualche aspirante imprenditore che, per carattere o per altri mille motivi, vorrebbe creare una propria attività ma ha sempre il freno a mano tirato!

introverso imprenditore

1. Costruisci un piccolo numero di relazioni significative

L’etichetta “introverso” è spesso considerata una parte negativa, ma in realtà è un attributo estremamente prezioso. Per auto-marchiare come imprenditore di una piccola impresa, attingo alle mie abilità naturali di introverso. Gli introversi sono ascoltatori eloquenti, premurosi e fantastici. Concentrati sulla costruzione di un piccolo numero di relazioni molto significative! – Brendan Meyer , consulenza in franchising d’oro

2. Evidenzia le tue qualifiche su LinkedIn

I social media possono essere una risorsa straordinaria per gli introversi. Mantenere un profilo aggiornato su siti come LinkedIn e partecipare alle chat di gruppo del settore consente di collegarsi in rete senza dover lasciare il proprio computer. Essere attivi su questi tipi di siti consente anche alle tue qualifiche di essere al centro di chi sei, risparmiandoti un po’ dell’ansia di incontrarti sempre di persona. – Zach Binder , Bell + Ivy

3. Rimani autentico e trasparente

Non hai bisogno di metterti in gioco tanto se ti aggrappi davvero alle relazioni chiave. Il modo più semplice per mantenere quelle relazioni è mantenere un alto livello di autenticità in ciò che fai. Fai quello che dici che farai quando dici che lo farai. Quando non puoi consegnare, informa il cliente in anticipo. Questo ti darà una bella reputazione e il passaparola ti farà andare avanti. – Liam Leonard , DML Capital

4. Espandi lentamente la tua zona di comfort

Le persone sono sempre sorprese nell’apprendere che sono un introverso perché pubblico spesso video sui social media. Per me, si trattava di mentalità e piccoli passi. Ho iniziato con pochi video all’anno e senza seguito. Poi, ne ho fatti alcuni al mese e alcuni live all’anno. Ora faccio video quotidiani e live più spesso. Ho espanso la mia zona di comfort, ma ora mi diverto davvero! – Morissa Schwartz , scrittura e marketing del dottor Rissy

5. Controlla la tua narrativa online

Il personal branding deve fornire informazioni, foto e articoli che le persone possono trovare di proposito invece di trovare vecchie foto del college di te del 1995. Proponi cose che promuovono i tuoi ruoli attuali e punti di orgoglio in modo da controllare la tua narrativa invece di lasciarla al caso. – Mary Harcourt , CosmoGlo

6. Concentrati sul valore che porti

La chiave del personal branding per gli introversi è rendersi conto che il personal branding riguarda ciò che diciamo e facciamo e non il modo in cui appariamo all’esterno. Come introverso, potresti concentrarti troppo sull’aspetto. Invece, concentrati sulla comprensione del valore di ciò che proponi. Che cosa hai da offrire? Quindi proponilo con messaggi chiari che condividono le tue convinzioni e idee. – Blair Williams , memberpress.com

7. Sii trasparente

Nei tuoi video o in altre cose che fai, dì che sei introverso. Va bene ammettere che stai facendo qualcosa che non fai abitualmente, ma vuoi condividere informazioni con il tuo pubblico e sentirti più a tuo agio con esso. Una volta che inizi a farlo sempre più spesso, migliorerà. Anche alcuni dei migliori creatori iniziano traballanti e migliorano. – Chad Keller , Protagonisti motivati

8. Trova i canali giusti per connetterti con gli altri

Vorrei suggerire che, per i professionisti introversi, esistono canali “introversi” di distribuzione delle competenze, come post di blog, white paper e SEO, post della community su Reddit e altri materiali testuali. È ancora efficace, con un potenziale di crescita organica e puoi fornire feedback, anche se spesso in modo asincrono. – Maksym Babych , SpdLoad

9. Promuovi le tue migliori qualità

Fare networking non vuol dire essere carismatici o essere la persona loquace con cui vuoi bere qualcosa dopo il lavoro. Questi non sono tratti negativi e possono essere utili per rompere il ghiaccio con altri professionisti. Osserva e cogli l’occasione per connetterti con le persone giuste. – Samuel Thimothy , OneIMS

10. Pubblica articoli per condividere le informazioni

Coloro a cui non piace essere davanti a una telecamera o su un podcast hanno altri modi per farsi trovare. Un modo è pubblicare. Possono offrirsi volontari per scrivere colonne per giornali o riviste locali in base alla loro esperienza. Possono anche pubblicare articoli su riviste professionali se la loro esperienza si adatta a uno o più di questi tipi di pubblicazioni. – Baruch Labunski , Rank secure

11. Riformula la tua comprensione dell’essere introverso

Per il personal branding, non aver paura di usare le tue debolezze e trasformarle in punti di forza. Ad esempio, se pensi che essere un professionista introverso ti trattenga, potresti trovare vantaggi o modi in cui ti aiuta come imprenditore. In che modo essere introversi ti consente di gestire la tua azienda? Altri possono imparare dalla tua esperienza unica e abbracciare le loro differenze. – Stephanie Wells , Formidabili Forme

12. Stabilisci piccoli obiettivi con te stesso

Rifletti sulla tua personalità, abilità e punti di forza. Lo sviluppo di un marchio personale può essere individualizzato in base ai limiti dell’introverso. La riflessione è il primo passo e la chiave per valutare il tuo livello di comfort. Dopo aver riflettuto sui tuoi desideri, i limiti e il modo in cui ti presenti, ti consiglio di fissare piccoli obiettivi. Gli obiettivi possono includere mostrare la tua faccia sui social media una volta alla settimana per creare fiducia. – Libby Rothschild , Dietitian Boss

13. Condividi i tuoi valori fondamentali

Non è necessario essere estroversi per avere un marchio personale forte: basta guardare Susan Cain, l’autrice di Quiet. Avere un marchio personale significativo significa condividere un messaggio. Immergiti in profondità e osserva i tuoi valori e lo scopo del tuo lavoro. Puoi mettere in evidenza i tuoi valori fondamentali e usarli per sviluppare il tuo marchio. Crescerai in questo modo perché prenderai di mira anche le persone che la pensano allo stesso modo. – Syed Balkhi , WPBeginner

Se questo articolo ti è stato utile contattami

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo: